Come parlare in pubblico senza ansia e paura

parlo in pubblico senza pauraCome parlare in pubblico senza ansia? Come parlare efficacemente davanti agli altri anche quando siamo ansiosi? Come fa chi ha successo quando parla in pubblico senza (apparente) paura?

Qui troverai alcune strategie semplici ed efficaci, applicabili da subito nella tua vita di tutti i giorni senza difficoltà, per permettere anche a te, il prima possibile, di riuscire a dare voce al tuo successo sociale e professionale, mettendo a tacere una volta per tutte la paura e l’ansia di parlare in pubblico.

Come spiegano bene gli studiosi del comportamento umano, siamo ansiosi in presenza di una forte preoccupazione di essere giudicati negativamente dagli altri.

La paura dell’imbarazzo davanti alle altre persone, come ho già detto nell’articolo 5 strategie per parlare in pubblico senza emozionarsi, è intimamente e indissolubilmente legata alla nostra natura umana.

Abbiamo bisogno gli uni degli altri e quindi non deludere le aspettative altrui è importante come strategia di sopravvivenza… lo è stato nel corso della nostra evoluzione e quindi oggi ci ritroviamo con questo tratto caratteriale nel nostro patrimonio genetico e nel nostro bagaglio culturale.

Essere ansiosi per la paura di venire valutati negativamente dagli altri è un tipico esempio di quello che succede quando si prova ansia di parlare in pubblico.

Nessuno è ansioso di parlare davanti allo specchio con sé stesso, ma sai che ti dico?

Siccome non possiamo passare la vita da soli, chiusi in casa davanti allo specchio… ecco che oggi ti rivelerò 5 consigli che ti daranno la sicurezza necessaria per riuscire a parlare davanti agli altri come un oratore provetto anche se finora il solo pensiero ti causava ansia.

Ansia che si può manifestare in vari modi, attaccando diverse aree del tuo corpo: le mani che sudano come un fiume in piena, il cuore che batte all’impazzata come un tamburo, la bocca secca come il Sahara d’estate, lo stomaco stretto come uno straccio strizzato, la testa vuota come una zucca e le gambe molli come un budino… nei casi più gravi nausea o attacchi di panico, ma queste sono ipotesi estreme di cui qui non ci occuperemo.

Quali sono, allora ti starai chiedendo, i miei consigli per superare l’ansia di parlare in pubblico?

Come puoi fare anche tu a padroneggiare il public speaking senza più arrossire ed emozionarti davanti agli altri?

Ecco come riuscire a fare un discorso efficace sempre.

Un intervento di successo con la tua voce su qualsiasi argomento senza più temere il giudizio altrui, fonte di ansia e paura davanti agli altri.

 

Come parlare in pubblico anche se finora solo questo pensiero bastava a darti ansia?

Confida nella tua capacità di migliorare: la chiave è la GRADUALITA’. Il mondo si divide in due: chi crede di essere fatto e finito così com’è e chi invece crede di poter cambiare e migliorare.

Ovviamente questo secondo gruppo di persone, caratterizzate dalla cosiddetta “mentalità dell’abbondanza” anziché dalla opposta “mentalità della carestia”, trova più facile migliorare le situazioni… perché in effetti è vero che noi si rimane così come siamo solo se siamo noi ad opporci al cambiamento.

Vale anche per la paura di parlare in pubblico: ma confidare di poter migliorare e farlo gradualmente è la chiave di svolta. Non devi fare il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica domani!

Come parlare in pubblico anche se finora solo questo pensiero bastava a darti ansia?

Impara a gestire le tue reazioni fisiologiche: abbassando il livello di stress che provi e abituandoti a convivere con il livello minimo ineliminabile di stress quando parli in pubblico.

Anche i migliori speaker e gli animali sociali non riescono ad eliminare completamente stress e ansia, ma lo usano come carburante per il successo anziché lasciarsi bloccare.

Lo strumento magico per calmare lo stress collegato al parlare in pubblico è la respirazione: calma la mente e abbassa il battito cardiaco e le pulsazioni del sangue… aumenta la lucidità mentale dell’oratore: provare per credere   😉

 

Come parlare in pubblico anche se finora solo questo pensiero bastava a darti ansia?

Abituati a guardare i tuoi interlocutori in faccia  quando parli loro e sorridi: è la tecnica del “trova un amico” che adottano anche i “professionisti” che hanno a che fare con tante persone… cercano lo sguardo di chi “conoscono” tra i loro pubblici molto vasti e il sorriso comunque, di per sé, predispone bene nei tuoi confronti chiunque. A prescindere.

Guardare l’interlocutore trasmette sicurezza da parte tua, stabilisce una connessione emotiva e mentale più salda e profonda, ti conferisce maggiore spessore umano e credibilità professionale e serve anche ad abbassare lo stress legato alla situazione perché sai che hai dei punti di riferimento: gli occhi e gli sguardi delle altre persone. Magari all’inizio risulterà un po’ avanzato, ma con la pratica sarai d’accordo con me.

 

Come parlare in pubblico anche se finora solo questo pensiero bastava a darti ansia?

Voglio un… successo/non voglio un… fallimento: sono i due tipi di obiettivo che potresti avere, uno dei due per te conta di più.

Pensaci bene: la tua “molla” è cercare di raggiungere a tutti i costi un obiettivo positivo oppure evitare a tutti i costi un risultato negativo? In ogni caso, la preparazione (se devi parlare in una occasione formale e quindi conosci già l’ergomento) può fare la differenza.

A patto però di non imparare tutto a memoria, perché in tal caso non togli affatto lo stress dalle tue spalle: viceversa, è il modo migliore per creare ulteriore ansia da “E se non mi ricordo cosa dovevo dire al punto X”? fino ad arrivare al vero e proprio panico se poi davvero non ti ricordi quello che dovevi dire al fatidico punto X!

Per le occasioni informali, invece (ma è un consiglio valido sempre, a prescindere) è buona regola avere una immagine “realistica” della situazione.

Il che in pratica significa anche mettere in conto che qualcosa può andare storto… ma il mondo non crollerà per questo e tu non subirai delle orribili punizioni dal giudizio altrui solo per non aver espresso la brillantezza di Cicerone nel parlare in pubblico.

È inutile e controproducente immaginare il cosiddetto “worst case scenario”, cioè lo scenario peggiore possibile.

Non succederà mai, quindi animo!

Spero proprio che questi consigli ti aiutino anche te a iniziare ad avere successo, anche se per adesso parlando in pubblico hai ansia… ma non durerà ancora per molto   😉

fatti sentire!

Fabio Speranza

Tu che ne pensi?