Come fare una presentazione efficace in pubblico

una presentazione di successo

Come fare una presentazione efficace in pubblico. Ecco come fare con successo un intervento davanti a gruppi di persone.

Se sei in cerca di strategie di public speaking in Italia per riuscire a tenere un discorso davanti agli altri, soprattutto al lavoro, senza la paura di arrossire, emozionarsi o comunque non riuscire a trasmettere tutta la massima efficacia che meriti… allora sei nel posto giusto qui su voceinpubblico.it.

Continua a leggere e scoprirai nuove risorse gratuite per parlare in pubblico senza emozionarsi a gruppi piccoli e medi di persone dando alla tua voce tutta l’attenzione e l’efficacia che reclama.

Nel mondo del lavoro odierno, sempre più globale, competitivo e in crisi… massimizzare le risorse sembra essere diventata la parola d’ordine.

Il profitto, la produzione, la produttività, le risorse.

Anche quelle cosiddette “umane”.

E tra le cose che noi “risorse umane” (ma io preferisco parlare più semplicemente di  “persone” ) facciamo c’è quella di COMUNICARE.

Trasmettere messaggi, informazioni, compiti, motivazioni,e chi più ne ha più ne metta.

Anche questi, quindi, sono “tasks” che vanno gestiti bene, per l’ambiente di lavoro ma soprattutto per sé stessi.

Gratificazioni, carriera, retribuzione, pura e semplice soddisfazione personale… trova tu il motivo che più ti motiva a fare bene.

Preparare, organizzare e fare una buona presentazione al pubblico, efficace, incisiva, memorabile è non solo auspicabile, quindi, ma necessario.

Ma fare una presentazione non è come recitare la poesia a scuola…

Organizzare una presentazione significa avere ben chiari in mente i destinatari, chi sono, cosa vogliono e cosa si aspettano dalla tua presentazione in pubblico.

E la tua presentazione sarà tanto più efficace quanto più soddisferà le attese e in un certo senso darà anche qualcosa in più che superi le loro aspettative.

Ma per fare questo serve tanta organizzazione… non si può improvvisare o fare le cose con sufficienza e all’ultimo minuto.

Tanto più attenzione avrai deciso di dedicare alla fase di organizzazione, tanto più ti sarà facile affrontare la preparazione vera e propria, mediante slides, power point e altre risorse simili.

Continuando la scala dell’efficacia della preparazione, a maggiore preparazione però non sempre corrisponde poi una effettiva performance da applausi.

Qui può scattare la paralizzante ansia di parlare in pubblico che, poco alla volta o in un colpo solo, rischia di assestare i suoi colpi micidiali anche all’oratore più preparato sulla faccia della Terra se questi non è anche adeguatamente preparato dal punto di vista nervoso ed emotivo ad affrontare il suo pubblico di riferimento.

Ecco perché oggi ti rivelerò alcuni pratici consigli per riuscire a fare anche tu delle presentazioni efficaci in pubblico ogni volta che sei chiamato a farlo per lavoro

Il successo del tuo public speaking in ambito di presentazioni poi, non potrà non trasferirsi anche in altri ambiti della tua vita perché saper gestire con successo un discorso o anche un semplice intervento in un ambito fortemente stressante e competitivo come può essere il mondo del lavoro, ti farà sembrare la vita privata e di relazione un ambiente idilliaco!

Tanto per cominciare, nella fase di ORGANIZZAZIONE ti conviene avere ben presente, da subito,

–       A chi vai a presentare

–       Perché vai a presentare

–       Cosa si aspettano COME MINIMO dalla tua presentazione

Non fare queste considerazioni è come fare salto con l’elastico… senza elastico.

In questa fase di organizzazione della presentazione efficace rientra quindi una buona conoscenza del pubblico che dovrai affrontare… più li conosci anche individualmente (se colleghi o superiori sul,posto di lavoro) e meglio è perché avrai la possibilità di impostare dalla fase di “progettazione” del tuo intervento il contenuto in maniera tale da sintonizzarti con le loro preferenze personali.

Il contenuto buono di una presentazione, infatti, diventa automaticamente un contenuto ottimo se è ritagliato su misura per il destinatario e per le sue esigenze.

Ma il contenuto buono già in partenza è semplicemente imprescindibile: un buon contenuto è elemento necessario (ma di per sé non sufficiente) ad assicurarti il successo della tua presentazione davanti al pubblico.

Quindi: studia e metti a punto un contenuto di valore che risponda al compito assegnato ma poi preoccupati anche di trasmetterlo nel modo migliore possibile.

Per la fase di PREPARAZIONE della presentazione rientra una delle modalità per trasmettere il tuo contenuto in modo efficace.

L’ingrediente segreto è la… semplicità.

Se riesci a rendere intelligibile senza grossi sforzi il contenuto della tua presentazione, il pubblico te ne sarà grato perché avrai risparmiato loro una sacco di fatica inutile.

La semplicità della presentazione è facilitata se possiedi una tua struttura di esposizione che ti guida passo passo nella realizzazione scritta e nella esposizione orale della tua presentazione.

Quando ti trovi sul posto ad esporre nei fatti agli altri, la brevità è molto bene accetta.

Brevità però non significa tagliare indiscriminatamente pezzi di contenuto per stare all’interno dei tempi previsti.

Niente affatto: brevità significa essenzialmente che sei in possesso di un dono prezioso, ovvero la cosiddetta “capacità di sintesi”, per cui riesci a dire in venti parole quello che un altro, al posto tuo, direbbe in cinquanta.

Ma non nasciamo tutti con questa capacità “di serie”.

Ecco perché è opportuno che ti alleni a svilupparla mentre prepari le tue presentazioni: se ti sembra che puoi accorciare senza sacrificare il valore del tuo contenuto che devi esporre, fallo pure.

Cerca sempre sinonimi e modi di dire brevi.

Frasi brevi… taglia tutto quello che sembra ridondante e che non è assolutamente essenziale per comprendere il senso logico delle frasi e l’importanza strategica del contenuto che ti trovi a dover presentare.

In questo modo eviti anche un altro rischio: quello di andare troppo per le lunghe o addirittura fuori tema.

Queste sono in estrema sintesi alcune linee guida, semplici consigli e strategie che permetteranno anche a te di avere successo la prossima volta che ti troverai a dover affrontare per lavoro una presentazione davanti al pubblico e che sono sicuro risulterà più efficace che se non avessi saputo di questi piccoli accorgimenti.

A presto qui su voceinpubblico.it con altre risorse per il group speaking.

Fatti sentire!

Fabio Speranza

Tu che ne pensi?